Notifica dell’avviso di perenzione: valido anche alla PEC non comunicata

Con l’Ordinanza n. 177 del 20/01/2016 il Consiglio di Stato è tornato sulla questione dell’efficacia dell’avviso di perenzione notificato dalla Segreteria ad un indirizzo PEC non indicato nel ricorso perché proposto in data antecedente l’introduzione della normativa in materia di notifica a mezzo PEC.

Il Collegio ha riaffermato il proprio orientamento, dichiarando quale principio riconosciuto del sistema la validità delle comunicazioni di segreteria dell’avviso di perenzione, anche agli indirizzi PEC riferiti a ricorsi notificati prima dell’entrata in vigore del codice del processo amministrativo, superando ogni pronuncia contraria.

Infatti, l’art. 136 D.Lgs. 104/2010, come modificato dall’art. 1 D.Lgs. 195/2011, aveva introdotto l’onere per i difensori di comunicare nel primo atto difensivo l’indirizzo PEC nel quale ricevere le comunicazioni di cancelleria.

L’articolo 45 bis del d.l. 90/2014 ha eliminato tale obbligo, dal momento che gli indirizzi dei difensori risultano da pubblici elenchi, a disposizione delle Segreterie. Pertanto, la comunicazione a mezzo PEC deve ritenersi la modalità ordinaria con la quale vengono trasmessi gli avvisi e le comunicazioni processuali.

Secondo il Consiglio di Stato, il destinatario che voglia contestare la validità della comunicazione a mezzo PEC, dovrebbe “dedurre il difetto di funzionamento del sistema o una causa di forza maggiore, come tale non imputabile al destinatario, che gli abbia impedito la ricezione del messaggio” (Cons. Stato, dec. 02/12/15, n. 5452).

Tale generale principio era stato affermato dall’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato, con ordinanza n. 33 del 10/12/2014, in quanto “con l’entrata in vigore del c.p.a. la trasmissione degli avvisi tramite PEC è stata introdotta come modalità ordinaria delle comunicazioni processuali” in quanto “il sistema delle comunicazioni tramite PEC degli atti processuali risulta assistito da garanzie tecniche di sicurezza, così affidabili da poter essere equiparato, ai fini che qui rilevano, al sistema delle notificazioni per posta ordinaria“.

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...