Consiglio di Stato: no all’obbligo di pubblicazione dei criteri di valutazione adottati dalle commissioni esaminatrici

Nello schema del nuovo Decreto trasparenza presentato dal Governo è stato introdotto l’obbligo per le Amministrazioni di pubblicare, con riferimento alle procedure concorsuali, anche i criteri di valutazione della Commissione esaminatrice e delle tracce delle prove scritte.

Tale modifica dell’art. 19 D.Lgs. 33/2013 permetterebbe una maggiore trasparenza per i partecipanti alle procedure concorsuali, oltre a garantire un efficace strumento contro la corruzione.

Infatti, fino ad ora, i verbali delle Commissioni esaminatrici sono consultabili solo da chi, esercitando il diritto di accesso agli atti, dimostri di essere titolare di un interesse specifico, concreto e attuale. Al contrario, con la riforma, detti documenti sarebbero ab origine consultabili online da chiunque ne abbia interesse.

Rispetto a tale innovazione, il Consiglio di Stato, con parere n. 515/2016, ha rilevato che “la Sezione ritiene di non poter condividere l’estensione dell’obbligo di pubblicazione ai criteri di valutazione adottati dalle commissioni esaminatrici nella correzione delle tracce delle prove scritte. Tale prescrizione, infatti, rischia di essere fuorviante, creando un precedente in grado di incidere sul potere di ogni commissione di esame di decidere, di volta in volta, quali debbano essere i criteri, con il rischio, altresì, di creare ulteriori motivi di contenzioso in un settore già molto esposto“.

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...