Come attestare la conformità degli atti nel nuovo ModuloDepositoRicorso?

Dal nuovo ModuloDepositoRicorso è stata rimossa l’apposita sezione che consentiva di allegare l’attestazione di conformità su foglio separato. Come procedere per la sperimentazione?

Nel vecchio ModuloDepositoRicorso era presente un’apposita sezione in cui allegare l’attestazione di conformità su foglio separato. Tale sezione era senz’altro utile come promemoria, in quanto collocata sopra alla sezione in cui apporre la firma digitale.

asseverazione

Con il nuovo ModuloDepositoRicorso le eventuali attestazioni su foglio separato tornano ad essere allegate come documenti semplici.

Di quali atti devo attestare la conformità?

  • PROCURA ALLE LITI: L’art. 8 co. 2 DPCM 40/2016 richiede che qualora venga rilasciata la procura su foglio cartaceo, una volta autenticata a mano dall’avvocato, sia necessario estrarre una copia per immagine mediante scansione. Su come attestare la conformità della procura puoi leggere un mio articolo cliccando qui.
  • NOTIFICA CARTACEA: L’art. 14 co. 5 DPCM 40/2016 richiede che qualora venga effettuata una notifica cartacea a mezzo ufficiale giudiziario o in proprio ex L. 53/1994 è necessario estrarre una copia per immagine mediante scansione.

Come attestare la conformità?

Il Regolamento PAT richiede che l’avvvocato asseveri la conformità delle copie per immagine ottenute dalla scansione del documento cartaceo secondo le modalità dell’art. 22, co. 2 CAD.

L’attestazione di conformità può essere inserita nella medesima copia per immagine o su documento informatico separato.

L’art. 22, co. 2 CAD, per mezzo del rinvio operato dall’art. 71 CAD, richiama le regole tecniche contenute nell’art. 4 DPCM 13 Novembre 2014.

immagine-1

Pertanto, l’attestazione di conformità potrà essere inserita mediante una casella di testo direttamente nel PDF immagine utilizzando la funzione “Compila e firma” di Adobe.


Secondo il decreto, la copia per immagine di un documento analogico può essere attestata conforme in un documento separato, qualora esso contenga un riferimento temporale e l’impronta della copia per immagine.

Si tratta, quindi, di inserire una dichiarazione di conformità seguita dall’HASH utilizzando un programma di videoscrittura, generando un pdf nativo.

Per Hash si intende una sequenza alfanumerica in grado di individuare in modo univoco un determinato file, ricavando, in tal modo, una sorte di “codice fiscale” del documento, in grado di sintetizzare e descrivere la sequenza di bit che lo compone.
All’avvocato non è certo richiesta alcuna competenza informatica avanzata per poter calcolare l’hash del documento da dover inserire nella relata.
Sono numerosi i servizi offerti dai Colleghi su internet che, semplicemente incollando il file desiderato, generano l’impronta digitale e il riferimento temporale da inserire nella relata. Tra tutti, si riporta il software offerto da APPSavvocati.

ASSEVERAZIONE DI CONFORMITA’

Ai sensi e per gli effetti dell’art. 22, co. 2 C.A.D. dichiaro che (descrizione) allegata al presente ModuloDepositoRicorso è copia informatica dell’originale analogico in mio possesso.

HASH                                   IMPRONTA TEMPORALE


Dove devo allegare l’asseverazione di conformità su documento separato?

Dal momento che non è più presente l’apposito campo “Asseverazione” il documento separato recante l’asseverazione di conformità potrà essere allegato all’elenco documenti.

Dove devo allegare le copie per immagine?

Per quanto riguarda la procura alle liti, la copia per immagine dovrà essere allegata nell’apposito campo “Procura alle liti” del ModuloDepositoRicorso, indicando la parte che l’ha conferita e la data di sottoscrizione.

Per quanto riguarda la notifica cartacea, la copia per immagine dovrà essere allegata nell’apposito campo “Notifica“, per ogni parte notificata. Inoltre, cliccando su “Modalità/Altro” apparirà un apposito campo “Allega copia notificata” nel quale inserire l’unica copia per immagine comprensiva di tutte le relate. In tal modo non sarà necessario allegare per ogni destinatario l’intera copia scansionata.

Cosa devo firmare digitalmente?

E’ necessario richiamare l’art. 6, co.5 All. A DPCM 40/2016, il quale indica che “I documenti digitali da allegare ai moduli di cui ai commi 1 e 2, compreso il ricorso, sono inseriti in un unico contenitore. La firma digitale PAdES, di cui al comma 4, si intende estesa a tutti i documenti in essi contenuti“.

Pertanto, non è necessario firmare preventivamente la procura alle liti o l’asseverazione separata, in quanto la firma digitale apposta sul ModuloDepositoRicorso o sul ModuloDepositoAtto si estende automaticamente a tutti i file allegati.

Tuttavia, tale “estensione” rappresenta una finzione giuridica, dal momento che, a livello tecnico, nessuna firma viene apposta ai singoli documenti.

Tale circostanza porta ad alcuni problemi di conservazione, con risvolti futuri non ancora delineabili. Per tale motivo,si consiglia di apporre la firma digitale agli atti e alle attestazioni di conformità prima della loro allegazione al modulo.

La firma digitale deve essere apposta in formato Pades-BES. Sei sicuro di aver impostato correttamente Adobe Acrobat Reader DC? Consulta queste guide.

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...