Nuove modalità di versamento del contributo unificato – DM MEF 27 giugno 2017

Nella Gazzetta Ufficiale n. 167 del 19 luglio 2017 è stato pubblicato il Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finance del 27 giugno 2017 recante “Modalita’ di versamento del contributo unificato per i ricorsi promossi dinanzi al giudice amministrativo, per i ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica e per i ricorsi straordinari al Presidente della Regione siciliana.

Il decreto porta importanti novità in materia di versamento del contributo unificato, in attuazione all’art. 192 D.P.R. 115/2002, nel testo modificato dall’art. 7 D.L. 168/2016.

L’art. 192, comma 2, D.P.R. n. 115/2002 dispone che le nuove modalità di versamento del contributo unificato per i ricorsi proposti dinanzi al giudice amministrativo sono regolate con apposito decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, la cui pubblicazione avrebbe dovuto avvenire entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della disposizione, ovvero il 31/08/2016.

Il Decreto finalmente emanato prevede che il contributo unificato possa venir corrisposto con modalità telematiche mediante modello F24: verrà meno, in tal modo, l’onere di spedizione dell’originale della lottomatica utilizzata per il pagamento del contributo unificato, visto che, al momento, l’allegazione della scansione al modulo di deposito non è idonea a determinarne l’annullamento.

Tali modalità troveranno applicazione solo a partire dal “primo giorno del  secondo
mese successivo alla pubblicazione  nella  Gazzetta  Ufficiale  della Repubblica italiana“, come indicato dall’art. 3 del Decreto.

Fino alla data della pubblicazione del decreto, le modalità di versamento del contributo unificato seguiranno quelle attualmente previste per il processo civile telematico, come previsto dall’art. 192, comma 3, del D.P.R. n. 115/2002, per il quale “Nelle more dell’adozione del decreto di cui al comma 2, si applicano le disposizioni di cui al comma 1”.

Tuttavia, anche successivamente all’adozione del decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, le nuove modalità di versamento non si applicheranno indistintamente per tutti i procedimenti pendenti.

Infatti, l’art. 192 comma 3 D.P.R. n.115/2002 dispone che il pagamento mediante F24 si applicherà solo per i ricorsi depositati successivamente all’entrata in vigore del decreto. 

Tale differenza, riguarderà in particolare i casi di integrazione della misura del contributo unificato precedentemente versato.

In data odierna, con comunicato pubblicato sul sito della Giustizia Amministrativa, è stato indicato che “E’ in via di completamento l’adeguamento infrastrutturale dei sistemi informativi. Con prossimo decreto, di cui sarà data tempestiva notizia, sarà comunicata la data a partire dalla quale si dovrà provvedere al versamento del contributo unificato con le nuove modalità“.

Annunci

2 pensieri su “Nuove modalità di versamento del contributo unificato – DM MEF 27 giugno 2017

  1. mi permetto di fare una domanda:

    in concreto come avviene il pagamento ?
    il mod. F24 si può pagare con il servizio home banking ?
    o solo dal sito dell’Ag. delle Entrate?
    i codici (c.u. e sede del TAR) dove si prendono ?

    Grazie e buona domenica
    30/07/17

    Mi piace

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...