PAT: ai fini della tempestività delle memorie rileva il giorno e non l’ora

Sul portale ilprocessotelematico.it il nuovo articolo sulla tempestività degli atti e documenti depositati in vista dell’udienza.

Il Consiglio di Stato, rilevando in via preliminare la non tardività del deposito, ha chiarito che <<la possibilità di depositare gli atti in forma telematica è assicurata fino alle ore 24 dell’ultimo giorno consentito dall’art. 4, comma 4, delle norme di attuazione del c.p.a. e tale soluzione non contrasta con quanto indicato dell’ultimo periodo della stessa disposizione, secondo cui il deposito degli atti e dei documenti in scadenza effettuato oltre le ore 12 dell’ultimo giorno si considera eseguito il giorno successivo. Questo effetto, posto a garanzia del diritto di difesa delle controparti, significa unicamente che per contrastare gli atti depositati oltre le ore 12 i termini per controdedurre decorrono dal giorno successivo>>.

Leggi l’articolo completo su ilprocessotelematico.it

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...